RISPOSTE DELLA LISTA “Persone al Centro”

Risposte ricevute in data 21 maggio 2019 e pubblicate sulla nostra pagina Facebook.

RISPOSTE DALLA LISTA “Persone al Centro”

 

 

1.     Quali controlli intendete attuare per l’inceneritore di rifiuti speciali nel quartiere di Incirano? Nel caso di spostamento, dove verrebbe collocato?

 

Il controllo delle emissioni di inceneritori, centrali energetiche e altri impianti che emettono vapori e fumi in atmosfera sono competenza di ARPA. Un eventuale spostamento sarebbe discusso con i cittadini sui quali una nuova collocazione dell’inceneritore andrebbe maggiormente ad impattare.

 

2.  Potete impegnarvi a pubblicare ufficialmente, sul sito del Comune, i dati delle emissioni nocive

presenti sul nostro territorio?

 

Possiamo impegnarci a fornire sul sito del Comune tutti i dati forniti dai soggetti presenti sul territorio che prevedono, nel loro processo industriale, anche l’emissione di gas e vapori in atmosfera. In ogni caso, la responsabilità dei dati pubblicati resta a carico dei soggetti interessati.

 

3.     Renderete pubbliche tutte le rilevazioni ARPA effettuate sul territorio comunale? Comprese le emissioni di Eco‐Bat S.p.A. dove nel 2015 si è fusa una fonte di Radio 226?

 

Si. [SIC]

 

4.     Siete pro o contro l’edificazione di nuovi appartamenti tra via Gorizia e via Carlo A. dalla Chiesa?

 

Siamo contrari. Attendiamo i risultati del pronunciamento del TAR di Lombardia sul ricorso dei cittadini contro l’edificazione nel parco di via Gorizia previsto dalle delibere della giunta uscente.

 

5.     Siete pro o contro l’ampliamento del Centro Commerciale Brianza?

 

Siamo contrari. L’ampliamento non ha finalità legate allo sviluppo e l’incentivazione di nuove attività commerciali che possano produrre opportunità di lavoro per i cittadini di Paderno. L’alto onere costituito dal costo di locazione degli spazi commerciali in quell’area costituisce una barriera all’ingresso troppo elevata per nuovi soggetti che si affacciano al mondo dell’imprenditoria commerciale.

 

6.    Potete dichiarare che non verrà ridotta alcuna area verde nel territorio comunale?

 

Si [SIC], la realizzazione di nuove strutture abitative o con destinazione d’uso diversa (commerciale produttiva) sarà possibile solo in aree già destinate al recupero.

 

7.     Che progetto avete per il Palazzo Sani?

 

Una perizia tecnica valuterà se, in funzione del numero dei servizi presenti, una ristrutturazione possa essere sostenuta dal bilancio comunale. Il nostro primo obiettivo non è quello di ristrutturare un immobile ma è quello di non perdere i servizi erogati al cittadino. Le soluzioni proposte andranno nella direzione di riportare i servizi tipici erogati in quella struttura, all’interno del territorio comunale.

 

8.   Intendete mantenere attivi i servizi sanitari dell’ASST Rhodense (ex ASL) nel territorio di Paderno

Dugnano per i cittadini? Se sì, dove?

 

L’amministrazione si adopererà affinché i servizi sanitari continuino ad essere erogati sul territorio comunale. La locazione degli uffici e degli ambulatori potrà essere stabilita in funzione del tipo di servizio erogato, usufruendo delle strutture già esistenti. Non necessariamente dovranno risiedere nello stesso luogo.

 

9.     Intendete accogliere la richiesta dei cittadini di riduzione delle valutazioni al mq in merito alla trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà delle abitazioni relativo alle Legge 167? Darete la possibilità ai cittadini di procedere con la trasformazione, qualora lo desiderino, fornendo le nuove valutazioni ridotte sia a chi non ha mai ricevuto alcuna offerta sia a chi l’ha già ricevuta?

 

la [SIC] questione è piuttosto complessa. Sicuramente c’è da parte nostra la disponibilità al confronto e, nel rispetto della normativa vigente, a una valutazione caso per caso delle richieste dei cittadini. Su questo tema (delle valutazioni ridotte, N.d.R.) faremo tutto il possibile per dialogare con i cittadini tenendo conto della normativa e delle sentenze più favorevoli e nello stesso tempo salvaguardando i principi di una corretta amministrazione.

 

10.  Aprirete un tavolo di trattativa con i cittadini per decidere la destinazione dellattivo di bilancio?

 

Il bilancio partecipativo è sicuramente uno strumento salutato con entusiasmo dalla nostra lista.

 

11.   Istituirete delle forme di partecipazione popolare, come ad es. la petizione di quartiere, il bilancio partecipativo e il referendum propositivo? Se sì, quali?

 

Tra le prime forme di partecipazione da ripristinare ci sarà quella del consiglio di quartiere. Dalla rinascita di questo tipo di partecipazione potranno seguire altre forme di coinvolgimento come il bilancio partecipato e la consultazione diretta dei cittadini su temi quali: nuovi piani e progetti, soluzioni architettoniche/urbanistiche che vadano ad impattare sensibilmente sull’ambiente urbano.

 

12.   Intendete mettere nuovamente a disposizione dei cittadini le ex sale di quartiere? Facciamo presente che, attualmente, è disponibile solo la saletta di Cassina Amata. E prevedere spazi di aggregazione giovanile?

 

Le sale di quartiere verranno nuovamente attivate o saranno reperiti nuovi spazi di aggregazione sul

territorio ove siano state chiuse o dismesse.

 

13. Potete impegnarvi per un ampliamento dell’attuale rete di piste ciclabili? E fare in modo che tutte

le piste siano collegate tra loro?

 

La realizzazione, il completamento e l’interconnessione delle piste ciclabili anche intercomunali saranno i principali obiettivi, in tema di mobilità leggera, di una amministrazione sostenuta da noi. Sarà compito dell’amministrazione quello di trovare tutte le soluzioni affinché sia prevista in ogni strada comunale la presenza capillare di un percorso ciclopedonale protetto, tanto da non escludere alcun possibile utente della strada che intenda muoversi con mezzi leggeri (privi di propulsore a combustione).

 

14. Avete delle proposte concrete per incentivare la presenza sul territorio dei negozi di vicinato? Se , quali?

 

L’incentivazione sarà possibile attraverso sgravi fiscali, maggiori o minori in funzione della natura dell’attività. Saranno incentivate maggiormente quelle attività tradizionali dedite all’approvigionamento di generi e preparazione di prodotti di prima necessità che vengono richiesti dalla fascia di popolazione più debole (tipicamente i nuclei familiari dove sono presenti anziani e disabili).

 

15. Per quanto riguarda la rete dei trasporti pubblici, accogliereste favorevolmente l’introduzione di piccoli autobus elettrici, aumentando le corse giornaliere e la capillarità del servizio?

 

Si [SIC], sarà opportuno rivedere il servizio in funzione delle effettive necessità dell’utenza. Separare mezzi di trasporto in base al tipo di percorrenza. In caso di percorrenze brevi (collegamenti intra o interquartiere) potrebbero essere introdotti mezzi di trasporto leggeri ed elettrici. Al tipo di trasporto collettivo tradizionale con autobus ad orario è certamente possibile introdurre la pratica dell’autobus a chiamata. Potrebbe essere introdotta con incentivi la mobilità automobilistica con mezzi in locazione breve, come già succede a Milano. Occorre studiare soluzioni che si adattino al contesto urbano di Paderno Dugnano.

 

16. Avete intenzione di realizzare almeno un parco giochi inclusivo sul territorio comunale?

 

Si [SIC], si tratterà di individuare e realizzare aree interne ai centri urbani dove realizzare parchi giochi.

 

17. Avete delle misure concrete da attuare per i soggetti deboli? Se sì, quali?

 

Si, La [SIC] realizzazione di un “Assessorato alla solitudine”, nuova entità attenta alle persone che vivono in famiglie mononucleari. Con prassi non contrarie al diritto alla riservatezza di cui gode per legge ogni cittadino, si impegnerà a istituire uno sportello sempre aperto per l’ascolto e per azioni di servizio e soccorso nei confronti di persone che vivono da sole.

 

18. Siete pronti a divulgare i numeri effettivi delle unità abitative e commerciali vuote (censimento immobili)?

 

Si. [SIC]

.

Link al documento originale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *